mercoledì 9 aprile 2014

Tingere lo spago (e non solo) con la carta velina


I giorni passano veloci, e non riesco a fare tutte le cose che ho in mente.

Considerando poi il fatto che, come vi dicevo, ultimamente sono spesso con le mani in pasta (la mia pasta madre ibernata sta cominciando, finalmente, a crescere un pochino...), il tempo per il craft si è drasticamente ridotto.

Ma questo piccolo progetto ce l'avevo in testa da tanto, e così mi sono presa qualche ora per portarlo a termine.

Come molte di voi (sì, parlo al femminile perché credo proprio che siamo tutte donne qui, vero?), anche  io tengo via tante cose da riutilizzare.

Questa volta si tratta della carta velina recuperata da pacchetti regalo o confezioni di creazioni handmade acquistate nel tempo.
Son pezzetti ancora integri, ma un po' stropicciati. O magari a qualcuno manca anche un angolino o vi è rimasto appiccicato un pezzetto di nastro adesivo.

Ad ogni modo, volerli riutilizzare per successivi pacchetti sarebbe stato poco elegante, per cui ho optato per la tintura.


Tingere la stoffa con la carta velina


L'idea di usare questo tipo di carta per tingere l'ho scoperta leggendo questo post.

Comunque è un'operazione molto semplice, e se volete provarci prendete:

- Spago
- Carta velina dai colori forti (il giallo, per esempio, non riesce a prevalere sul colore dello spago)
- Pentola capiente + coperchio
- Acqua

1) Innanzi tutto riempite d'acqua la pentola e fatela bollire.

2) Quando l'acqua starà bollendo spegnete il fuoco e immergete il foglio di carta velina appallottolato.

3) Immergete lo spago e coprite lasciano a riposo per almeno mezz'ora (se non avete fretta potrete aspettare che l'acqua si sia completamente raffreddata).

4) Togliete lo spago dall'acqua, strizzatelo e fatelo asciugare.

Decorare con spago colorato


Il vostro spago sarà pronto per decorare pacchetti, le vostre creazioni, bigliettini d'auguri...

Cosa ne pensate?
A me piace molto, perché dona un tono particolare ad un materiale povero che però ha già un suo naturale fascino.


Bigliettini chiudipacco decorati con spago tinto con carta velina


Ps: tra l'altro, con questo metodo si può tingere anche la stoffa
Io ci ho tinto una maglietta e un paio di leggins per fare il costume da Carnevale da leone ad Emanuele.
Il fatto che poi lui si sia rifiutato di indossarlo è un semplice dettaglio! ;)

L'unica cosa è che l'odore sprigionato dalla carta velina a contatto con l'acqua calda non è dei più piacevoli... ma considerando che è un lavoro che faccio veramente di rado, ho cercato di non farci troppo caso.

A presto

Chiara


20 commenti:

  1. Grazie Chiara! Potrebbe essere utile!

    Maira

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Allora aspetto di vedere che bei colori usciranno a te. :)

      Ciao ciao

      Elimina
  3. Grazie Chiara! Davvero interessante! Uno di quei trucchetti che possono tornare utili in tantissime situazioni! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :)
      Grazie 1000!
      Confermo, ed in più si "fanno fuori" un po' di materiali di recupero... ;)

      Elimina
  4. Idea meravigliosa, assolutamente da provare! Bellissime anche le foto Chiara, mi piacciono assai, sempre più brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Saretta, grazie 1000 per i tuoi complimenti! :)
      Le foto sono la mia croce e la mia delizia insieme... nel senso che alle volte devo proprio farmi venire l'ispirazione per creare un insieme armonioso. Però è divertente.
      Forse per le ricette passo passo faccio un po' più fatica perché la mia cucina non è una di quelle tutte carine, e quindi le inquadrature devono essere limitate perché non ho meraviglie o angolini da mostrare... ;)

      Elimina
  5. ciao chiara..prova con i fondi di caffè, con le bustine di thè, con la senape e con il peproncino 8dolce) per un effetto più vintage!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katia, wow! Proverò di sicuro.
      Anzi, mi segno subito tutto ciò che serve così poi posso mettermi all'opera... :)

      A presto

      Elimina
  6. proprio una bella idea, da tenere da parte!
    ho cambiato nome al blog e di conseguenza indirizzo da: il mondo di gloria (ilmondodigloriacreativitaealtro.blogspot.it) a about me (aboutmegloria.blogspot.it) così puoi cambiare l'indirizzo se ti va di seguirmi!
    grazie
    gloria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gloria, grazie! :)
      Hai fatto bene ad avvisarmi del cambio nome del tuo blog.

      A presto
      Chiara

      Elimina
  7. che bell'effetto! ma che spago usi? io conosco solo quello da cucina ma quelli nella terza foto mi sembrano più morbidi.. grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      è spago "comune" che puoi trovare anche nei negozi di bricolage, in ferramenta e magari nei supermercati.
      Con lo spago da cucina non ho mai provato, ma effettivamente rimane più compatto e, soprattutto, non perde pelucchi per ovvi motivi di igiene. ;)

      Elimina
  8. Wow...ma è fantastico! Un bel modo di riciclare! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, sono contenta che ti piaccia! :)

      Elimina
  9. come fissante per il colore non usi nulla...scusate l'intrusione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo :)
      No, non ho pensato a come fissare il colore perché uso questo spago solo per lavori che non prevedono il rischio di contatto con l'acqua (biglietti d'auguri ecc...), però in effetti se si vuole usare per altre cose (per esempio per fare borse all'uncinetto) sarebbe meglio fissarlo.
      Prova a guardare nel post dove ho parlato delle tinture naturali. Forse lì troverai notizie utili.
      Per quanto mi riguarda, ora che mi hai messo la pulce nell'orecchio, credo che prima o poi farò anche un esperimento di fissaggio... :)
      Grazie 1000 per il tuo suggerimento e per la tua visita.

      Elimina

Grazie per il tuo commento! :)

Se vuoi ricevere via e-mail i nuovi commenti a questo post, basta selezionare la voce "Inviami notifiche".

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...